News

Indietro

Areali di produzione dei prodotti agroalimentari DOP/IGP della Regione Lazio

Alcuni numeri del settore


Nel Lazio si contano 27 prodotti certificati ai sensi del Reg UE 1151/2012 di cui 16 DOP, 11 IGP, rappresentando la sesta regione italiana per numero di riconoscimenti. In ambito STG sono riconosciute 3 prodotti quali: Mozzarella, Pizza Napoletana e l’ultima arrivata Amatriciana Tradizionale.
La lista comprende prodotti molto vari a testimoniare la ricchezza di ambienti e saperi presenti nei territori laziali, riscontrabile anche nelle differenti categorie merceologiche di appartenenza: n. 4 Olio extravergine di oliva, n. 4 Formaggi, n. 4 Prodotti a base di carne, n. 3 Carni fresche, n. 1 Prodotti di panetteria, pasticceria, confetteria o biscotteria, n. 2 Altri prodotti di origine animale, n. 9 Ortofrutticoli e cereali, freschi o trasformati.
Valutato in termini di fatturato alla produzione, il comparto realizza 63 milioni di euro. Di questi circa il 40% (25,8 milioni di euro) dovuti a prodotti lattiero caseari, mentre le preparazioni a base di carni e le carni fresche si attestano rispettivamente al 26 e 24% (con 17 e 15,4 milioni di euro). È chiaro che le produzioni di origine animale dominano il segmento DOP/IGP laziale mentre oli e prodotti ortofrutticoli contribuiscono ciascuno per appena il 3 percento circa. A livello regionale sono poco meno di 3.000 gli operatori (agricoltori/allevatori/trasformatori/preparatori) coinvolti nella filiera a DO/IG.

Di seguito l’elenco delle DOP/IGP attualmente riconosciute nella regione Lazio:

-    Abbacchio Romano IGP
-    Agnello del Centro Italia IGP *
-    Canino DOP
-    Carciofo Romanesco del Lazio IGP    
-    Castagna di Vallerano DOP    
-    Colline Pontine DOP    
-    Fagiolo Cannellino di Atina DOP    
-    Kiwi Latina IGP    
-    Mortadella Bologna IGP *
-    Mozzarella di Bufala Campana DOP *
-    Nocciola Romana DOP    
-    Oliva di Gaeta DOP *
-    Pane casareccio di Genzano IGP    
-    Patata dell'Alto Viterbese IGP    
-    Pecorino di Picinisco DOP    
-    Pecorino Romano DOP *
-    Pecorino Toscano DOP *
-    Peperone di Pontecorvo DOP    
-    Porchetta di Ariccia IGP    
-    Prosciutto Amatriciano IGP    
-    Ricotta di Bufala Campana DOP *
-    Ricotta Romana DOP    
-    Sabina DOP    
-    Salamini italiani alla cacciatora DOP *
-    Sedano Bianco di Sperlonga IGP    
-    Tuscia DOP    
-    Vitellone bianco dell'Appennino centrale IGP *


*Presenti in più Regioni o Province Autonome


Dal link: http://www.arsial.it/arsial/wp-content/uploads/Guida_Arsial_completo.pdf
è possibile scaricate il volume “Lazio Patrimonio agroalimentare tra biodiversità e tradizione” dove trovare le info su ciascun prodotto DO/IG della nostra Regione, oltre ai prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) e ai vitigni autoctoni

Per maggiori dettagli vedasi:
http://www.arsial.it/arsial/prodotti-tipici-e-tradizionali/

 

Area tematica: Agricoltura

Data: venerdì 17 aprile 2020

Pubblicato da: Elvira Cacciotti