News

Indietro

La nuova Infrastruttura Dati Territoriali della Regione Lazio

Nell'estate 2018 è entrata definitivamente in esercizio la nuova Infrastruttura Dati Territoriali della Regione Lazio, punto unico di accesso all’informazione geografica regionale.

Cerchiamo quindi di spiegare questo nuovo strumento che la Regione Lazio mette a disposizione sia delle diverse strutture pubbliche che operano con il dato geografico, che dei professionisti e dei cittadini.

Una “Infrastruttura Dati Territoriali” è un sistema informativo complesso che permette a diverse categorie di utenti di catalogare, gestire, visualizzare ed interrogare dati geografici, attraverso la rete Internet.

Il cuore di una IDT è costituito pertanto dal “dato geografico”, ovvero da quell’insieme di informazioni geo-localizzate in grado di rappresentare quei fenomeni fisici (i.e. edifici, strade) od astratti (i.e. densità abitativa, percentuale di inquinamento dell’aria) che insistono sul territorio. Ogni dato geografico porta con sé, oltre all’informazione di localizzazione spaziale, anche una serie di attributi che lo caratterizzano (i.e. un edificio è caratterizzato dalla tipologia edilizia, dalla categoria d’uso, e così via).

Intorno ai dati spaziali raccolti in una IDT è possibile costruire una miriade di “servizi” in grado di rispondere ad esigenze generali o specifiche dell’utenza.

Servizi di carattere generale permettono ad esempio di ricercare un dato geografico utilizzando parole chiave, di visualizzare e sovrapporre su di una mappa gli strati informativi di proprio interesse e di interrogare gli oggetti rappresentati sulla mappa al fine di estrapolarne le informazioni associate.

Servizi di carattere specifico rispondono invece a particolari necessità dell’utenza, come ad esempio dematerializzare un procedimento amministrativo che preveda l’utilizzo di informazioni geografiche riferibili al territorio, fornire strumenti di supporto alle decisioni in grado di elaborare in tempo reale una serie di informazioni geo-localizzate, oppure servizi finalizzati all’aggiornamento costante dei dati presenti nella IDT.

Dati e servizi di una IDT sono accessibili online attraverso il “Geoportale”, ovvero una piattaforma WEB che tramite semplici interfacce grafiche guida l’utente nella ricerca delle informazioni e nell’utilizzo dei servizi. Il Geoportale è solo una piccola parte del sistema informativo di una IDT, che comprende svariati altri software, ma riveste un ruolo molto importante nell’infrastruttura in quanto è il principale punto di accesso da parte dell’utenza.

La Regione Lazio già da tempo dispone di svariati portali cartografici, ognuno dei quali finalizzato alla rappresentazione di specifici dati geografici (SITR, SIRA, PTPR, ARPA, ecc.) ed ognuno dei quali accessibile dal proprio portale istituzionale.

Obiettivo primario del Progetto IDT – Infrastruttura Dati Territoriali Regionale, è stato quello di superare questa frammentazione del dato geografico, convogliando tutte le banche dati ed i servizi in un unico contenitore, accessibile online da un unico Geoportale Regionale. In questo modo non solo si semplifica la ricerca del dato da parte dell’utente, dato che vi è un’unica fonte dalla quale attingere i dati di interesse, ma è anche possibile un uso più efficace ed esteso dell’informazione geografica potendo incrociare dati prima non interoperabili tra loro.

La IDT regionale contiene pertanto dati geografici provenienti da diverse strutture regionali, catalogati in apposite “Aree Tematiche” che ne permettono una più agevole localizzazione (attualmente sono attive le aree: Cartografia di Base, Archivio Foto Aeree, Territorio e Urbanistica, Ambiente e Natura, Paesaggio, ma la piattaforma permette di aggiungerne di nuove).

Tra i molti dati disponibili (circa 200), un posto di rilievo è riservato al “Database Geotopografico” (DBGT) che rappresenta la cartografia di base della Regione Lazio e pertanto è il punto di partenza per la realizzazione di tutte le altre carte tematiche. Questa banca dati, conforme agli standard nazionali di settore (D.M. 10 novembre 2011), è stata popolata sulla base delle foto aeree realizzate nel 2014 dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AGEA) e rappresenta un’evoluzione della precedente Carta Tecnica Regionale Numerica. Il DBGT contiene informazioni su strade, corsi d’acqua, ferrovie, infrastrutture, edifici e così via, per un totale di 167 differenti classi di oggetti rappresentati sul territorio. Potenzialmente, il DBGT permette di associare una enorme mole di informazioni ad ogni singolo oggetto mappato. Dai dati presenti nel DBGT è possibile generare automaticamente la Carta Tecnica Regionale Numerica, che conteiene un sottoinsieme delle informazioni originali ed in parte generalizzate per una migliore rappresentazione su carta.

Altro dato di rilievo presente nella IDT regionale è il dato catastale e censuario, aggiornato automaticamente con cadenza trimestrale direttamente dai sistemi dell’Agenzia delle Entrate. Questo dato è accessibile soltanto da parte dell’utenza regionale.

Oltre ai dati, l’IDT regionale offre alla propria utenza svariati servizi orizzontali e verticali, molti dei quali sono accessibili liberamente, altri soltanto in seguito alla registrazione dell’utente.

L’IDT regionale è conforme alle prescrizioni della Direttiva Europea INSPIRE (Infrastructure for Spatial Information In Europe), pertanto offre i diversi servizi orizzontali di interoperabilità del dato, che permettono agli utenti di fruire delle informazioni contenute nella IDT anche da sistemi informativi di terze parti.

Alcuni degli altri servizi orizzontali offerti dalla IDT regionale sono: il “catalogo dei metadati”, che permette di ricercare il dato attraverso parole chiave; il “visualizzatore geografico”, che permette di sovrapporre su mappa gli strati informativi di interesse e di interrogarli; il “servizio di stampa”, che permette di stampare ciò che è visibile su mappa.

In questa prima fase del progetto, sono stati inoltre realizzati diversi servizi verticali, tra i quali:

  • Servizio di aggiornamento del DBGT, che permette ad un’utenza esperta di aggiornare costantemente i contenuti del DBGT e di stampare la Carta Tecnica Regionale Numerica;
  • Servizio catastale, che permette di aggiornare la banca dati censuaria e spaziale del catasto, nonché di interrogare il dato attraverso una interfaccia grafica online;
  • Servizio PRG, che permette di realizzare, aggiornare (in collaborazione con i Comuni) e visualizzare il mosaico dei piani regolatori generali di competenza comunale che insistono sul territorio della Regione Lazio;
  • Servizio Geotermia, che permette a cittadini ed imprese di richiedere online l’autorizzazione per le concessioni geotermiche ad alta entalpia, e ai tecnici regionali di avere un supporto cartografico per poter autorizzare o meno la concessione;
  • Servizio PTPR, che permette di visualizzare ed interrogare il Piano Territoriale Paesaggistico Regionale.

L’IDT regionale ha una struttura modulare, che permetterà in futuro di aggiungere nuovi servizi a fronte di nuove specifiche esigenze dell’utenza.

Data la complessità della nuova Infrastruttura Dati Territoriali Regionale, è stato predisposto un “Documento di Governance” (Delibera n. 26/2017), che descrive nel dettaglio come l’IDT debba essere gestita, da chi e come.

Infatti, mentre da un parte l’IDT accentra in un unico contenitore tutta l’informazione geografica ed i servizi presenti nella Regione Lazio, dall’altra distribuisce su tutte le strutture regionali la responsabilità di pubblicare e gestire autonomamente i dati geografici di propria competenza.

L’Area Sistema Informativo Territoriale Regionale, della Direzione Territorio, Urbanistica e Mobilità, della Regione Lazio, ha il compito di coordinare l’attività evolutiva della IDT (con particolare riferimento allo sviluppo di nuovi servizi), di fornire le autorizzazioni di accesso alle diverse strutture regionali, di monitorare il corretto utilizzo da parte dell’utenza dei servizi offerti e di proporre una (in)formazione sulle potenzialità della IDT e sul suo utilizzo.

Area tematica: Redazionale

Data: mercoledì 1 agosto 2018

Pubblicato da: Test Test