News

Notizie di aggiornamento sull'Infrastruttura Dati Territoriali della Regione Lazio

La Rete di Posizionamento Satellitare GNSS della Regione Lazio è un’infrastruttura composta da 18 stazioni GPS, posizionate sul territorio regionale e collegate ad un centro di controllo; la piattaforma permette ai suoi utenti, provvisti di particolari strumenti detti Rover, di ottenere precisioni centimetriche o sub-centimetriche delle coordinate geografiche acquisite nei rilievi topografici, attraverso l’utilizzo dei servizi in real-time e post-processing erogati gratuitamente dall’infrastruttura.

Il progetto è stato avviato nel 2010 ed è diventato operativo nel 2011 con l’affidamento dell’appalto alla Società Leica Geosystems S.p.A., la quale si è occupata della monumentazione della infrastruttura (attività conclusasi il 31 luglio 2013) e della sua successiva gestione (a partire dal 31 luglio 2013).

Dopo 9 anni di gestione, il contratto affidato alla Leica Geosystems S.p.A. sta per giungere alla sua naturale scadenza, prevista per il giorno 31 luglio 2022; in tale data scadrà anche il contratto per il servizio di hosting dei server che controllano la piattaforma.

Al fine di mantenere attivo il servizio di posizionamento satellitare, anche dopo la conclusione del contratto di gestione della piattaforma, la Regione Lazio ha dato mandato alla propria Società in-house (LazioCREA S.p.A.) di verificare la possibilità di migrare il centro di controllo della Rete GNSS, all’interno del CED regionale, in conformità ai requisiti di sicurezza oggigiorno applicati ai sistemi informativi della Regione Lazio.

Per quanto sopra detto, si comunica che, a partire dal mese di luglio 2022, i servizi della Rete di Posizionamento Satellitare GNSS della Regione Lazio potrebbero riscontrare dei disservizi od essere totalmente disattivati, qualora non fosse possibile procedere con la migrazione dei sistemi all’interno del CED regionale.